Skip to content

A volte ritorna

maggio 25, 2017
tags: ,

E cosi come se ne era andata la poesia lieve leggera impercettibile ha cominciato a sussurrare piccole parole

Piccoli tocchi all anima che scuotendo allargavano il respiro

Come vagiti venuti dal nulla

Come lontanissimi eco di emozioni sopite

Non ancora spente

Fiammelle dentro la cenere che ricopre pesantemente il tutto

Fiammelle frammenti schegge che bruciano e inondano di torpore il tempo della morte fredda e glaciale

La poesia addormentata nel silenzio dei giorni non ha gridato non ha urlato non ha riempito incessante straripando e tracimando come un tempo

Ha solo ringraziato gentilmente mentre l’ascoltavo

Sorridere

Quell’accenno di sorriso che fa gioire al mattino senza nessun vero motivo

Poesia che sorride scoprendo di non essere ancora morta del tutto e inonda di un pallido colore il bianco cinereo dell’oggi

Annunci
2 commenti leave one →
  1. maggio 25, 2017 12:37 pm

    Niente muore del tutto….me lo hai insegnato tu. Il problema è il tempo del l’attesa del risveglio

  2. maggio 25, 2017 1:13 pm

    tenue e morbida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: