Skip to content

Risacca

agosto 4, 2018

Risacca

Risuona

Rimbomba

Risponde

Rimanda

Ricopre

Risolve

Riporta

Richiama

Ricorre

Ripete

Rinnova

Riveste

Annunci

Caletta 2018-1972

luglio 25, 2018

E scendendo alla caletta

Vuota

Mi siedo a osservare le onde

Sola allungo le gambe dentro al mare

E risuonano nella testa

Le grida di gioia

Vedo picci anto in mare che nuotano con me

Vedo Marcolino e Antonella che si annusano

Angela e Umberto sul materassino

Giovanni sul patino

Ubaldo Che da istruzioni e tutti gli altri che gridano ridono giocano nuotano

E sento quella gioia risalirmi nel petto

e rivedo

Una giovane me che mi aspettava da sempre

Accogliermi nel suo abbraccio

E tutte le sovrastrutture cadono

Inutili orpelli degli anni passati

Coi suoi incontri

Le nascite

le perdite

Ia vita

che qua mi ha trascinato

a cercare il calore

in un luogo del cuore

A me familiare

A elaborare questa ultima perdita

Sono venuta a salutarti madre mia

Io già nonna

e

Ho ritrovato quella bambina

Quella gioia mai sopita

di godere di un patino

e del mare

e della compagnia

degli amici

La spensieratezza dell’attimo senza fine

E questa foto racchiude i germi di quello che poi saremmo diventati fotografando chi già eravamo

Dedicata a Tiziana

Persone

luglio 18, 2018

Sono passati tanti anni da quando m si ammalò (20) e 18 da quando ci ha lasciati

Sono passati 7 anni da quando mio padre ci ha lasciati

Sono passati 4 anni da quando ele e’ andata via

Da quando mio nonno ci ha lasciati sono passati ben 30

All’inizio pensi che continueranno ad accompagnarti ad essere sempre vicino ma poi ti accorgi che il ricordo si affievolisce (come in quel bel cartoon della Disney) che ti dimentichi la voce che ti dimentichi alcuni tratti del volto ..

E’ allora che diventano solo piccoli pezzi di te non esistono più in quanto tali ma solo in funzione di quello che sei ora..

Li cerco mi mancano

Tornano a volte nei sogni e nei sogni sono invece vivi interagiscono non sono vaghi pezzi di memoria

Una grande tristezza mi assale quando quei pezzi di un puzzle se ne vanno

Sto dicendo banalità lo so

Ma il tempo per dirla alla rovelli esiste?

Stamani e’ così..

Compleanno

luglio 15, 2018

Il mondo ormai si divide in quattro

Chi fa gli auguri su Facebook ( più di 100) o sulla chat di Fb

Chi manda mail: i miei due cari amici m&m che sono antichi come me e.. la telecom, Ferrovie dello stato, kobo, corriere, klm. Airfrance, raynair, abf, .. e tutti quelli che hanno il mio indirizzo nelle loro mailing lists ..

Chi manda messaggi (1!) o telefona (2) .. Raffaele e Ilenia

Chi fa gli auguri su whatsapp

Ogni altra forma di comunicazione e’ svanita dispersa nel nulla

Forse i 4 auguri più veri sono quelli per mail o telefono?

Chissa’

Comunque alla fine se un e’ zuppa e’ pan bagnato

Grazie a tutti

Pensieri

giugno 26, 2018

La democrazia si basa sull’accettazione

Anche accettare che gli altri siano diversi vedano il mondo in maniera diversa auspichino un mondo in cui tu non ti riconosci

Era difficile capire perché molti credessero negli ideali liberalpopulisti di Berlusconi

Era difficile capire perché alcuni credessero nel mito del superuomo

Era difficile capire i radicalchic

Ora mi e’ difficile capire molte scelte sia a favore dei 5s che della lega

Sono cresciuta a pane chiesa e comunismo ovvero sono cresciuta con gli ideali del bene comune dell altruismo del lavorare meno lavorare tutti togliere ai ricchi per dare ai poveri il lavoro per la realizzazione il dovere come atto sociale L altro prima di te donare per essere

Non so se ho seguito questi principi ma sono comunque radicati dentro

Sopraffare gli altri con chi fa la voce più grossa o la spara più alta si chiamava fascismo

Ma cosa e’ oggi la democrazia? E.. cosa e’ oggi la politica?

Distruggere una città senza una visione?

Non investire in innovazione e futuro?

Accogliere senza un piano di inserimento e qualificazione ?

Tutto sembra sempre dettato dal caso o con un orizzonte molto limitato

Solo l’oggi conta??

Miopia

Io la chiamo miopia

Past

giugno 1, 2018

Ho sempre creduto che non abbia senso essere nostalgici del passato ma la mia natura profonda e’ così attaccata al passato che mi è difficile non farlo. Stamani camminando nell’atrio della stazione smn ho visto nei monitori una persona goffa e sovrappeso che camminava nell’atrio e la mente e’ corsa alle mille me che in quell’atrio sono passate con molta più energia con una forza dentro e una voglia di creare qualcosa di bello

Me for a better world

La nostalgia di quelle me perse nel corso dell’oggi

Stritolate dal quotidiano

Si mescola a una sensazione di sconfitta

Ho sempre detto di non aver paura di nulla

Ho capito finalmente di cosa ho paura

Di aver tradito quelle me le loro aspettative i loro sogni

E la consapevolezza di questo tradimento mi lascia attonita basita incredula

Forse invece che

Me for a better world

I should have pointed to

Me for a better me

Chi sono le me che ho visto corrermi dietro in quel monitor?

Le ho davvero tradite?

Le ho davvero perdute?

Le ho nascoste nelle pieghe del tempo?

O sono qui dentro

strato su strato

Europa

maggio 28, 2018

Quando facevo le elementari negli anni 60 eravamo usciti dalla guerra da una ventina d’anni ( come se ora si parlasse di qualcosa accaduto nel 1998)

Il trattato di Roma era stato firmato da pochi anni (1957)

E a noi bambini ci facevano fare i disegni i temi partecipare ai concorsi sull Europa unita

Ci facevano il lavaggio del cervello sull’importanza dell’Europa come garante di pace

Da giovane viaggiando ci erano ancora le frontiere

A Ventimiglia salivano I poliziotti a controllare I passaporti

All’epoca fino a tutta la mia laurea e anche dopo esisteva un mondo l’oltrecortina .. che io credevo finisse a misurina

Di cui sapevamo poco o nulla

Come se il modo finisse con le colonne d’Ercole che erano il muro di Berlino

Purtroppo o per fortuna ho vissuto in un mondo europeo senza frontiere senza guerre con una moneta unica

Se uno e’ europeista convinto come fa a non rendersi conto che ci vorrebbe un governo unico centrale

Una federazione di stati mondiali

Non tanti piccoli staterelli inutili

Speriamo arrivino gli alieni così forse si capirà che bisogna ragionare a livello mondiale